WandaVision: buona la prima! (NO SPOILER)

Scritto da Mettiu Penta

15/03/2021

Bentornati ragazzi su One Word Blog! Oggi sono veramente euforico perché parliamo della nuova serie della Marvel: WandaVision. Ragazzi non mi aspettavo veramente che mi potesse stupire a tal punto, ma niente spoiler per adesso e iniziamo subito con l’articolo!


Trama

Tre settimane dopo gli eventi di Avengers: EndgameWanda Maximoff e Visione vivono una vita idilliaca nella tranquilla cittadina di Westview, nel New Jersey, cercando di tenere nascosti i loro poteri. Attraversando varie epoche televisive e stili diversi, i due cercano di preservare la loro felicità e il loro amore, ma Visione si rende ben presto conto che quel che sta vivendo è un’illusione e che Wanda tiene sotto controllo l’intera cittadina. Nel frattempo, il capitano dello S.W.O.R.D. Monica Rambeau, l’agente dell’FBI Jimmy Woo e l’astrofisica Darcy Lewis indagano su un campo elettromagnetico che circonda Westview nel tentativo di salvare i cittadini bloccati al suo interno.

Considerazioni personali

Il titolo originale di questo articolo era “Premessa per diventare la Miglior serie Marvel”, ovviamente era troppo lungo e a Google non piace ma il concetto rimane. WandaVision è l’unica serie degna di poter reggere il peso della coerenza per poter continuare una storia dopo gli avvenimenti di Endgame ed è finalmente un prodotto del calibro della Marvel, che stavolta ha veramente fatto i compiti e devo dire che i conti sono riusciti abbastanza bene.

Partiamo con i dettagli, su cui nessuno penso che avrà niente da ridire, perché infatti l’effetto che ha attirato i fan dei Vendicatori è stato proprio dato dalla sitcom senza tempo di Wanda. Ammettiamolo, pensavamo che il programma fosse al centro dell’attenzione, ma in realtà la vera regina della serie è proprio Scarlet Witch nella sua essenza magica. Ovviamente la trama da lei creata è pur sempre un fattore cardine per la storia, ma ho avuto la sensazione che fosse soltanto una pennellata nel grande complesso dell’opera finale. Come dicevo, la reginetta del ballo è proprio la nostra strega, poiché da lei scaturisce tutto, letteralmente l’alpha e l’omega dell’intreccio.


PUBBLICITA’


Possiamo anche dire che la storia della sitcom ci ha un po’ ingannati, invogliandoci a seguire la nostra curiosità per la serie. E’ chiaro che, una volta chiusasi la prima stagione, non penso che rivedremo più la realtà alternativa di Wanda, se non riflessa nei suoi poteri o nei flashback. Ecco perché non metterei al centro di questa analisi la costruzione di questo mondo alternativo e i relativi dettagli, semplicemente perché vedo in questa serie qualcosa di più profondo e non soltanto quella frivola novità.

Come per ogni recensione, ci sono lati negativi e positivi in tutto ma ancora non è arrivato il momento! In molti sono andati contro il finale di serie, illusi dal pensare che ci fosse una conclusione ai livelli dei film degli Avengers. Ragazzi, è chiaro che non sarebbe potuto mai essere così per una miriade di motivi. Primo fra tutti, la coerenza, che secondo me sarà la parola chiave di questa serie. Un finale spettacolare con tanto di morte ad effetto è semplicemente impossibile vederlo in una serie con un po’ di coerenza e questo grazie alla classificazione della gravità dei problemi arrivataci direttamente dall’universo Marvel. Seguendo questa classifica a “livelli” più è pericolosa la minaccia, più sono le forze richieste per combatterla e secondo voi per un finale di quella portata chi avrebbero mai potuto chiamare? Togliendo il paradosso di Endgame (in cui tutti o sono morti o sono vecchi), la serie finirebbe per chiamarsi “WandaVision & Avengers“. Dai non scherziamo!


PUBBLICITA’


Un finale più elaborato avrebbe sicuramente compromesso la trama, che risulta molto ben costruita. Piuttosto, dovremmo lamentarci dei pochi episodi e del minutaggio della serie. Anche se ho già elogiato l’intreccio per la complessità e le varie sfaccettature non significa che mi sia piaciuto come è stato distribuito. 9 Episodi per una serie su Wanda e Visione è un po’ come avere un gioco per la PS5 ed inserirlo sulla Xbox. Queste 9 puntate sono state un grande sbaglio poiché hanno limitato i produttori, costringendoli a distribuire la storia complessa di questi personaggi in pochi episodi, tra l’altro con minutaggi davvero bassi. Il problema è proprio la Disney che impone direttamente queste condizioni. Purtroppo dobbiamo anche adattarci, si tratta pur sempre della più grande multinazionale family friendly che conosciamo. Almeno ci lasciano le parolacce…


Per questa recensione siamo giunti alla fine! Io spero che vi sia piaciuta, ma voglio pur sempre sapere cosa ne pensate voi, basta scriverlo nei commenti. Vi ricordo, inoltre, di passare sui nostri profili linkati qui sotto.

(Tutti i diritti di riproduzione dell’articolo sono riservati agli autori)

Fan Art

Fan Art

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spam di Articoli