Twitter e Netflix in gara per TikTok

Scritto da Mettiu Penta

17/08/2020

Negli ultimi giorni abbiamo visto la vicenda della nota app cinese da vicino e due nuovi colossi sono interessati ad acquistarla. Tante novità per TikTok, vediamole insieme!

Nell’ultimo articolo (lo trovate qui) abbiamo visto Microsoft molto interessata a trovare un accordo per l’acquisto di TikTok, oggi oltre al grande colosso dell’informatica si aggiungono anche Twitter e Netflix.

Jack Dorsey, CEO di Twitter, è entrato in contatto con la società madre di TikTok, ByteDance, mostrando molto interesse nel voler concludere la trattativa (avviata ufficialmente il 3 Agosto) entro il 15 Settembre, data che rientra nel decreto di Trump, che concede ai proprietari di TikTok 45 giorni di tempo per trovare un compratore americano a cui cedere il business. Per poter controbattere l’offerta proposta da Microsoft, che si aggira intorno ai 30 miliardi, Twitter dovrebbe affidarsi ad altri investitori poiché il solo capitale dell’app, circa 29 miliardi, non basterebbe a convincere gli acquirenti.

Anche Netflix ha mostrato un particolare interesse nei confronti dell’app cinese. Come possiamo supporre, il leader dello streaming avrebbe il capitale necessario per concludere l’affare, ma questo potrebbe segnare la fine di TikTok. Infatti, Netflix vede TikTok come una possibile minaccia per i propri servizi, essendo in grado di togliere spettatori alle serie TV e ai film.


Gli utenti useranno i VPN?

I VPN sono la soluzione più ovvia dopo le ultime limitazioni all’app di ByteDance e le censure sempre più frequenti sul web. Si è visto un importante aumento nella vendita di tali servizi da quando l’India ha iniziato a bloccare TikTok. Inoltre molti altri paesi pensano di chiudere l’app, pertanto l’utilizzo delle Virtual Private Network sarà la soluzione più ovvia per poter continuare a usufruire dell’app di brevi video.

Purtroppo, però, le Virtual Private Network non sono lo strumento che risolve tutti i problemi. Infatti, i governi possono rendere difficile l’accesso alle stesse da parte degli utenti rimuovendole dagli app store locali. Nonostante ciò, l’aumento del traffico sulle VPN sta a indicare che le persone hanno acquisito una maggior consapevolezza degli strumenti a loro disposizione per continuare a navigare, superando i meccanismi di censura imposti da alcuni governi.


Per adesso è tutto qui, lascia un commento qui sotto per sapere cosa ne pensi!

(Tutti i diritti di riproduzione dell’articolo sono riservati agli autori.)

Fan Art

Fan Art

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spam di Articoli