Top 10 migliori eroi di One Punch Man! (LISTA)

Scritto da Garou

08/11/2020

m

Un saluto a tutti dal vostro Garou!

Oggi vi parlerò (da grande fan di One Punch Man quale sono) della mia personale top dei 10 migliori eroi creati dalla mente di One. Ci tengo a precisare che la top non sarà ordinata secondo la forza e l’abilità in battaglia degli eroi, bensì secondo tutti quegli ideali come il coraggio e l’altruismo che essi ci trasmettono. Aggiungo infine che all’interno della top ci saranno personaggi che compaiono dal volume 1 fino al volume 21 del manga e, proprio per questo motivo, se vi siete limitati a guardare solamente le prime due stagioni dell’anime…

…ATTENZIONE AGLI SPOILER!!!

10. Mastino Man

Alla decima posizione abbiamo Mastino Man, un eroe di classe S che ne ricopre la dodicesima posizione. Mastino Man è noto per essere il guardiano della città Q che la difende periodicamente da tutti gli esseri misteriosi. Come eroe non ha avuto particolari momenti di gloria se non per la sua battaglia con Garo di cui ne è uscito vincitore. Personalmente ho inserito Mastino Man in questa top perché, all’interno dell’opera, viene descritto come un eroe che, malgrado abbia un comportamento abbastanza “territoriale”, riesce sempre a sconfiggere con coraggio le sue nemesi all’interno della città Q.

9. Bang

Al nono posto abbiamo l’eroe Bang, meglio conosciuto come Silver Fang, che ricopre il terzo posto all’interno della classe S. Bang è un vecchietto esperto nelle arti marziali che vive all’interno del suo dojo nella città Z insieme al suo allievo Charanko. Come eroe è in se uno dei più abili ed è a mio parere degno della nona posizione per il suo coraggio e la sua determinazione con cui affronta ogni battaglia. Degli esempi delle sue virtù sono la battaglia degli eroi di classe S contro Melzargard, in cui Bang è presente, e la costante ricerca dell’ex allievo Garo mirata a fermare la sua “crociata” contro gli eroi.

8. Lampo Max / Stinger

All’ottavo posto ho deciso di mettere ben due eroi: Lampo Max e Stinger rispettivamente al diciannovesimo e al decimo posto della classe A. I due sono molto presenti all’interno dell’opera ed hanno a parer mio tutte le qualità che un eroe dovrebbe avere: combattono sempre in prima linea per difendere il prossimo anche quando sono allo stremo delle forze e soprattutto anche quando hanno davanti un avversario di molto superiore a loro. Ne sono esempio la battaglia dei due eroi contro il Re degli Abissi, la resistenza di Lampo Max insieme a Snek contro Goketsu e la battaglia tra la squadra di Stinger e Garo.

7. Imperatorino

Al settimo posto abbiamo l’Imperatorino, un piccolo genio proveniente dalla città Y e quinto nella classe S. Imperatorino è stato sin da subito uno degli eroi più influenti all’interno dell’Associazione Eroi. Grazie alla sua intelligenza ha coordinato nel modo più efficiente possibile tutte le crisi dell’associazione e ci dimostra tutta la sua determinazione nel volume 21 quando, all’interno del covo dell’Associazione Esseri Misteriosi, mette tutto se stesso per riuscire a liberare e a portare in salvo Waganma, il piccolo ostaggio prigioniero degli esseri misteriosi. Possiamo inoltre notare all’interno di questo volume come ogni azione dell’Imperatorino sia già premeditata e soprattutto abbia già lo scopo ben preciso di salvare a tutti i costi la vita dell’ostaggio.

6. Pri Pri Prisoner

Al sesto posto troviamo Pri Pri Prisoner, l’eroe che occupa la diciassettesima posizione della classe S. Pri Pri Prisoner è un eroe-detenuto caratterizzato dai suoi particolari atteggiamenti maniacali che lo costringono, nel tempo libero, a stare rinchiuso in una cella. E’ inoltre uno degli eroi citati all’interno della top che sono maggiormente presenti nell’opera di One Punch Man e, per questo motivo, abbiamo quindi tutti avuto modo di vederlo all’azione e di conoscere i suoi ideali. Pri Pri Prisoner è un eroe sempre dedito a proteggere e salvaguardare il prossimo e ne abbiamo avuto dimostrazione durante la sua battaglia con il Re degli Abissi, durante la battaglia con Melzargard, durante la stravagante battaglia con Freehugger in cui non si è fatto scrupolo di sfigurarsi per sconfiggere l’essere misterioso e durante il combattimento contro gli esseri misteriosi nel quartiere fantasma della città Z.

5. Mazza Metallica

In quinta posizione abbiamo l’eroe che occupa il quindicesimo posto della classe S: Mazza Metallica, un ragazzo giovane armato di una mazza metallica e dotato di una forza straordinaria. Mazza Metallica è una persona molto arrogante e sicura di se ed entrambe le sue qualità lo portano ad avere una grandissima determinazione ed una grande forza di volontà. Da quello che possiamo infatti evincere nelle sue battaglie contro il Grande Millepiedi (prima) e contro Garo (dopo), l’eroe, man mano che viene ferito e si arrabbia diventa sempre più forte e determinato a sconfiggere l’avversario.

4. Occhiali

Al quarto posto abbiamo Occhiali, un eroe che occupa la ventesima posizione della classe B. Possiamo trovare Occhiali nella battaglia dei classe A e B contro Garo ed in un capitolo extra del manga. La particolarità di Occhiali è che, a differenza degli altri eroi, non ha nessuna abilità particolare ma semplicemente si impegna tanto per diventare più forte e per riuscire a proteggere gli altri. Basti pensare che il suo nome “Occhiali” (che dovrebbe rappresentare la caratteristica principale dell’eroe) deriva dal semplice fatto che lui indossi un paio di occhiali. Nel capitolo extra, in particolare, possiamo notare come in realtà Occhiali, un membro del gruppo Tempesta di Neve, fosse all’inizio un ragazzo codardo e vigliacco che, solamente dopo essere stato salvato da Saitama, riesce a sviluppare una sua determinazione ed un suo coraggio che lo caratterizzano e che possono essere palesemente associati agli ideali del giovane Saitama.

3. Genos

Sul podio, alla terza posizione, abbiamo Genos, cyborg creato dal Dr. Kuseno ed allievo di Saitama. Facciamo la conoscenza di Genos all’inizio dell’opera mentre è intento a perseguire il suo obiettivo: vendicare a tutti costi la sua famiglia ed uccidere il cyborg che ha sterminato il suo villaggio. Dopo aver fatto la conoscenza di Saitama, Genos, diventa un suo allievo ed in seguito si unisce insieme al maestro all’Associazione Eroi. Nel corso dell’opera possiamo assistere all’evoluzione di Genos che, oltre a diventare sempre più forte grazie ai continui potenziamenti, comincia a porsi come obiettivo principale quello di sterminare tutto il male salla faccia della terra. Malgrado la sua visione un po’ estremistica del ruolo dell’eroe, Genos si dimostra sempre come un eroe buono e giusto che mette sempre la vita degli altri davanti alla sua. Basti pensare che non si è mai fatto problemi a sacrificarsi o a provare il tutto per tutto per riuscire a salvare una vita o per riuscire a sconfiggere un suo avversario. Lo Scarabeo Asura, il Re degli Abissi, lo Scarafaggio Risvegliato, Garo e l’Antico Millepiedi sono stati tutti avversari di Genos e, nonostante non sia sempre riuscito a vincere, il nostro cyborg ha sempre messo al primo posto l’altruismo e la salvaguardia degli altri.

2. Saitama

Alla seconda posizione abbiamo Saitama, protagonista principale dell’opera ed “eroe per hobby”, che si unisce all’Associazione Eroi e comincia a poco a poco a fare la conoscenza degli eroi professionisti e a scalare le classifiche dell’associazione. Non penso ci sia molto da dire sull’uomo più forte del mondo ma ho voluto inserire Saitama in questa top solamente per un motivo: la sua determinazione. Ebbene sì: 100 flessioni, 100 addominali, 100 squat e 10 chilometri di corsa ogni giorno per 3 anni. Ma andiamo oltre quell’ironia e quel sottile filo umoristico che accomuna tutta l’opera ed analizziamo la figura di Saitama. Analizziamo il giovane Saitama: un uomo stanco della sua monotonia munito di un costante desiderio di cambiamento, munito di un sogno e di una voglia di perseguirlo talmente grandi che lo hanno portato a superare se stesso. Saitama è riuscito dove mai nessun’altro prima d’ora era mai riuscito. Saitama è riuscito ad evolversi come essere umano senza diventare un essere misterioso. Saitama, con la sua ambizione e la sua forza di volontà, è riuscito a rimuovere il limitatore.

1. Spatent Rider

In prima posizione ho incredibilmente inserito (vi prego non uccidetemi) Spatent Rider, il ciclista senza patente. Irremovibile dal primo posto della classe C e memore di non meritare la promozione in classe B, Spatent Rider, è (nel vero senso della parola) il paladino della giustizia per eccellenza. E non penso ci sia molto da spiegare dato che ogni volta che l’Associazione Eroi affronta una crisi Spatent è sempre in prima linea. Le prende sempre di santa ragione (su questo penso siamo d’accordo tutti) ma è sempre schierato insieme ai classe A ed S malgrado le sue debolezze e le sue carenze: malgrado la sua umanità. Contro Hammerhead e gli Utopisti lui c’era. Contro il Re degli Abissi lui c’era. Mentre la città A era stata rasa al suolo e gli eroi di classe S cercavano di fermare l’invasione aliena, lui era lì, in mezzo alle macerie, in compagnia di Stinger, che si impegnava per cercare e per salvare tutti i superstiti. Mentre Garo massacrava i Tank-Top e gli eroi di classe S, anche in quel momento, Spatent, era in prima linea a combattere. Quando è iniziata la rivolta degli esseri misteriosi, pur essendo gravemente ferito, anche in ospedale il nostro ciclista continuava ad alzarsi ed a rialzarsi per proteggere il prossimo. Spatent Rider sprizza coraggio, determinazione, altruismo, compassione, giustizia e perseveranza da tutti i pori: cosa vogliamo di più da un eroe?

Fateci sapere le vostre opinioni sulla top e seguiteci sulle pagine Facebook ed Instagram.

Tutti i diritti di riproduzione dell’articolo sono riservati agli autori.

Fan Art

Fan Art

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spam di Articoli