The Legend of Zelda: Breath of the Wild sequel – il punto della situazione

Scritto da Giorglx

02/08/2020

Probabilmente, sotto certi punti di vista, The Legend Of Zelda: Breath of The Wild è uno dei migliori capolavori di casa Nintendo: e questo lei lo sa bene. Proprio per questo dopo il successo della prima parte del gioco, l’anno scorso, durante l’ E3 di Los Angeles, Nintendo ha voluto creare hype e ha mostrato un primo trailer (l’unico fino ad oggi) del sequel. Ovviamente il titolo sarà disponibile su Switch e Switch lite.

Ecco il trailer

Inizialmente vediamo ciò che sarà probabilmente la chiave di tutto il gioco: il corpo di un antico guerriero inerme avvolto da lunghi bracci violastri e afferrato al petto da un braccio. Ci sono state varie teorie su chi possa essere e nel momento in cui Link e la nostra amata Zelda si avvicinano, esso si risveglia, mostrando degli occhi molto simili a quelli visti sui colossi sacri nella prima parte, utilizzati da Ganon per ostacolarci.

Per scoprire l’ubicazione del probabile grande boss del sequel del gioco, i due ragazzi attraversano, utilizzando degli elefanti, delle rovine dai toni molto dark: difatti il produttore Eiji Aonuma ha preannunciato che questa seconda parte avrà un tono più oscuro, poco più rispetto a Majora’s Mask e in netta contrapposizione con il colorato The legend of Zelda: Wind Waker.

Probabilmente la differenza tra le due parti sarà proprio quella della presenza dei dungeon, cosa di cui il gioco pecca.

Per quanto riguarda il braccio, fa pensare ad un ritorno dei Twii, infatti gli effetti delle magie ricordano i portali utilizzati dal popolo discendente dagli Hyruliani per invadere Hyrule nel gioco The legend of Zelda: Twilight princess.

The Legend of Zelda: Twilight Princess

Infine, nel video, possiamo vedere il castello di Hyrule, avvolto da grandi polveroni, innalzarsi.


Uscita

Un leaker, conosciuto come Sabi, ha suggerito che l’uscita è prevista per il 2020 (magari per far fronte all’arrivo in commercio di Xbox series X e PlayStation 5) ma ciò, secondo molti, è improbabile, mentre è quasi sicuro che uscirà nel corso del 2021. Molto probabilmente verrà utilizzato lo stesso motore grafico (che causò il rinvio della prima parte nel 2017) e sarà anche questo un open world, quindi da questo punto di vista non vi saranno problemi.


I fan sperano che Zelda diventi più attiva nel gioco e che diventi un personaggio giocabile (cosa che è possibile supporre guardando il trailer): magari verrà introdotta una modalità multiplayer.

Ricordiamo inoltre che molto di ciò che sappiamo sono solamente rumors o ipotesi, da prendere quindi con le pinze!

Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!

Fan Art

Fan Art

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spam di Articoli