Razer e la mascherina del futuro (ma neanche troppo)!

Scritto da Giorglx

26/01/2021

Buongiorno a tutti ragazzi! Abbiamo già parlato delle particolari presentazioni di LG al CES 2021, però oggi andiamo a vedere l’ altrettanto particolare prodotto proposto da Razer: purtroppo però non abbiamo ancora un prezzo o una data di uscita. Qui il link alla presentazione.

La mascherina tecnologica

Ciò di cui andremo a parlare è proprio l’iniziativa dell’azienda, molto attenta all’ambiente e che è stata molto attiva nella situazione sanitaria in cui ci troviamo, di utilizzare mascherine inteliggenti.

Razer ha convertito i propri impianti di produzione per la realizzazione di mascherine mediche e ne ha donate 1 milione agli operatori sanitari. L’evoluzione di questa iniziativa è Project Hazel, che si presenta come soluzione ai consumatori più stilosi (chi le indossa può attivare due zone di illuminazione personalizzabili Razer Chroma RGB che offrono 16,8 milioni di colori e una serie di effetti di illuminazione dinamica, mentre le luci interne si attivano automaticamente al buio, permettendo di esprimersi chiaramente indipendentemente dalla luminosità ambientale) e alle esigenze sanitarie nonché alle questioni ambientali legate alle mascherine monouso, valorizzando al contempo le funzionalità di una protezione personale multiuso.

Potremmo definirla “una mascherina del futuro” per via del concept, con protezione di grado medico N95 che utilizza ventilatori attivi rimovibili e ricaricabili e Smart Pods che regolano l’areazione per una traspirabilità ottimale: i filtri sono dotati di potere filtrante anti-batterico ad alta efficienza (BFE) e filtrano, appunto, almeno il 95% delle particelle trasportate dall’aria e hanno un’elevata resistenza ai fluidi, in modo da non dare fastidio quando piove; possono essere igienizzati da batteri e virus collocandoli all’interno del case di ricarica rapida wireless (che non sarà piccolissimo, da quanto visto) e sarà dotato di raggi ultravioletti disinfettanti. Gli indicatori luminosi mostrano i livelli di carica, e la lunga durata della batteria consente facilmente di utilizzare la mascherina per tutto il giorno. Impermeabile e resistente ai graffi, è tanto resistente quanto sostenibile, essendo realizzata in plastica riciclabile nel pieno rispetto dell’ambiente.

Per migliorare l’interazione sociale, Project Hazel presenta un design chiaro e trasparente, in modo che chi sta intorno possa vedere le espressioni del viso, come un sorriso o una risata, e permetta ai non udenti di leggere il labiale di chi la indossa; inoltre, poiché le mascherine possono anche smorzare le voci, la nuova tecnologia Razer VoiceAmp utilizza un microfono e un amplificatore integrati per migliorare il discorso dell’utente, garantendo una comunicazione chiara e al tempo stesso sicura. Le luci interne si attivano automaticamente al buio, permettendo di esprimersi chiaramente indipendentemente dalla luminosità ambientale.


Fatemi sapere cosa ne pensate con un commento, fate un salto sulla pagina Facebook e sulla pagina Instagram.

(Tutti i diritti di riproduzione dell’articolo sono riservati agli autori)

Fan Art

Fan Art

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spam di Articoli