L’evidenza del cambio generazionale nella televisione!

Scritto da Mettiu Penta

12/09/2020

Pochi giorni fa, stando a stretto contatto con delle creature che vengono chiamate “cugini”, ho dovuto subire la tortura di guardare con loro alcuni programmi, eh no, non sono ironico se dico che vedere quel tipo di “cartoni” per me è stata davvero dura. Grazie a questa esperienza autodistruttiva mi sono accorto della netta differenza fra noi e la nuova generazione, fa strano persino dirlo, dato che fino a pochi anni fa noi eravamo il flagello del mondo, con la nostra tecnologia e lo sviluppo che abbiamo portato.

Questo fenomeno lo collego proprio ai programmi che passano in televisione, molte cose sono cambiate e, di conseguenza, hanno influenzato in modo diverso i bambini di oggi. Una cosa di cui mi sono accorto è che i canali non targettizzano più i propri programmi, sono i programmi stessi a cambiare e ad adattarsi con il pubblico. Per farvi un esempio, nei nostri canali preferiti c’erano Pokémon , Yu-Gi-Oh!, sicuramente anche Inazuma Eleven, ma sono certo che non sapevate cosa fosse The O.C. e questo, pensate un po’, perché erano considerati programmi per ragazzi, con contenuti non proprio adatti ai più piccoli, come noi.

Jams e Rai Gulp

Uno dei canali che ha registrato i numeri più alti è Rai Gulp, ragazzi davvero, per chi ha avuto il coraggio di guardare anche solo un frame dei loro programmi, io vi compatisco. Questo canale è la culla delle serie drammatiche-adolescenziali fatte male. Uno dei tanti motivi per il quale sentiamo questo grande bisogno di insultare la nuova generazione è proprio questo, per quanto io possa essere ironico, sapete che c’è un fondo di verità. Anche qui faremo degli esempi e cercherò di proiettare su queste parole il dolore che mi ha provocato Jams. Bene, Jams è una serie televisiva italiana per adolescenti prodotta da Stand by me per Rai Gulp.

La trama parla di un gruppo di ragazzi che partecipano ad un contest di cucina. Ovviamente non stiamo parlando di Master Chef, infatti il contest è solo una premessa per raccontare la quotidianità di questi ragazzi. In particolare, all’interno di questa fiction si affrontano argomenti come l’abuso dei minori. In questo esatto punto mi riallaccio a ciò che ho detto all’inizio, infatti questi programmi, inizialmente pensati per i giovani, si sono adattati ad un pubblico di più piccoli, con la conseguenza non indifferente di una crescita priva di coscienza da parte del pubblico.

Potrebbero creare la generazione più intelligente in assoluto, cosciente dei problemi e a favore dei giusti, invece stanno rovinando persino noi, che dobbiamo fare i TikTok con i cugini!


Infine, aggiungo che non vogliamo, in alcun modo, denigrare il lavoro di nessuno, questa è soltanto l’opinione di un ragazzo come tanti. Scrivete nei commenti cosa ne pensate e continuate a supportarci anche su Instagram!

(Tutti i diritti di riproduzione dell’articolo sono riservati agli autori)

Fan Art

Fan Art

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spam di Articoli