Black Widow: passo falso della Marvel?

Scritto da Mettiu Penta

26/08/2021

Bentornati su One Word Blog per un nuovo articolo! Oggi sono felice di poter parlare di Black Widow, l’attesissimo film sull’eroina più famosa del mondo Marvel. Iniziamo subito ma attenti agli spoiler.


Trama

In questo film la Marvel Studios si concentra sulla vita della Vedova Nera, conosciuta anche come Natasha Romanova. La spia, inizialmente, collabora con i servizi segreti sovietici per diventare il loro agente principale. Tuttavia, quando l’URSS si disgrega, il governo cerca di ucciderla. Questa volta sarà necessario combattere i demoni del suo passato per salvare il mondo!

Unico dubbio…Perché?

Prima di scrivere di questo articolo mi sono confrontato sui vari social e in molti concordavano su una cosa: Perché questa trama? Mi spiego meglio, sin dai tempi della fatidica scena in Endgame, una delle più dolorose della saga, tutti pensavamo ad una storia che fosse incentrata completamente sul passato di Vedova Nera, come in parte abbiamo avuto, e diverse scene facevano presagire ben altro per la ricomparsa sul grande schermo di Natasha Romanoff. Un esempio ne è il flashback scaturito grazie a Wanda in “Avengers: Age of Ultron“. Dopo quel momento, il desiderio di vedere qualcosa di molto simile durante questo film era molto forte e tutti gli indizi, sparsi durante i vari film, sembravano portare proprio in quella direzione.

Adesso, non posso lamentarmi di qualcosa che non esiste ma rimango dell’opinione che se avessero sviluppato questo film in chiave con quel flashblack sarebbe stato più consono. Mentre con questa trama il film non mi convince molto nel complesso, devo ammetterlo. Sarà una mia impressione ma è sembrato molto che volessero solamente rimpiazzare un buco, dimenticando che rimane ancora la voragine sul vissuto della spia russa. E’ stata sviluppata una trama senza entrare nei dettagli della sua vita, a mio avviso molto importanti. In realtà, il film era anche partito con buone premesse, basandosi su eventi “recenti” ma con flashback che richiamassero al passato con il fine di dare delle risposte. Il tutto poi è andato svanendo, non si sa neanche perché. Mi spiace ammetterlo, ma probabilmente queste risposte non le avremo mai (no basta leggere i fumetti in realtà).

Marvel 10 e Lode come sempre!

Tralasciando il papiro e continuando con gli altri aspetti, devo dire che la Marvel non si smentisce mai con gli attori e lo ha dimostrato mettendo in mostra una grandissima Florence Pugh (Yelena Belova) e attori come David Harbour (Red Guardian) e Rachel Weisz (Melina Vostokoff). Non passano in secondo piano ambientazioni e grafica sempre molto curate, senza ombra di dubbio le migliori in circolazione per quanto riguarda il settore.


Per questa recensione siamo giunti alla fine! Scrivi nei commenti se sei d’accordo con la mia opinione. Nel frattempo, non dimenticarti di seguirci sui nostri social e di ascoltare One Podcast!

(Tutti i diritti di riproduzione dell’articolo sono riservati agli autori)

Fan Art

Fan Art

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spam di Articoli